Il discorso del re

Il film si ispira alla vita del re d’Inghilterra Giorgio VI, che, essendo affetto da balbuzie, cerca di risolvere il problema. Nonostante i tentativi del principe Albert, duca di York, i risultati ottenuti sono scoraggianti e il principe suscita imbarazzo durante le occasioni ufficiali dove deve tenere discorsi.

Sua moglie, la duchessa Elizabeth, lo convince a rivolgersi a Lionel Logue, un terapeuta dei problemi di linguaggio. Durante la prima seduta, Lionel convince il principe a recitare il monologo di Amleto ad alta voce mentre ascolta della musica con delle cuffie. Tuttavia Albert, spazientito, interrompe l’esercizio, ma prima che se ne vada Lionel lo convince ad accettare la registrazione dell’esercizio.

Dopo avere ascoltato il disco una volta giunto a casa, il principe scopre di aver letto in maniera fluente. Da qui decide a tornare da Logue. Tra i due si crea un legame indissolubile che ridarà voce al futuro re d’Inghilterra.

Regia: Tom Hooper

Attori: Colin Firth, Guy Pearce, Helena Bonham Carter, Timothy Spall, Geoffrey Rush, Jennifer Ehle, Derek Jacobi, James Currie, Tim Downie, Michael Gambon, Anthony Andrews, Eve Best, Claire Bloom

Anno: 2010

Genere: Storico, Drammatico

Voto: 8/10

Sai, io ho rifiutato le tue prime due proposte di matrimonio non perché non ti amassi, ma perché non sopportavo l’idea di una vita regale. Non sopportavo l’idea di una vita di giri, doveri pubblici o…beh una vita che non sarebbe più stata veramente mia. Ma poi ho pensato: balbetta così meravigliosamente bene, ci lasceranno in pace!

Il trailer
Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: